News maggio 2006


31 MAGGIO 2006


RUSSELL CROWE SE NE VA

(mtv.it)
Lascia il film di Baz Luhrmann (forse lo sostituisce Heath Ledger)
Nuovi guai per il prossimo film di Baz Luhrmann, già perseguitato da non poche difficoltà produttive: l'attore protagonista se n'è andato, e siccome il suo nome è Russell Crowe si tratta di un abbandono che pesa. Riassunto della situazione.
Da mesi Luhrmann sta lavorando a una sorta di "Via Col Vento" ambientato in Australia e aggiornato alla seconda guerra mondiale. Russell Crowe avrebbe dovuto affiancare Nicole Kidman, ma stando alle ultime notizie questo non sarà possibile: l'attore ha infatti tirato il pacco, citando le tradizionali incomprensioni con la casa di produzione (20th Century Fox). Dopo l'abbandono il gossip s'è scatenato: c'è chi sostiene che Heath Ledger abbia preso il posto di Russell Crowe (lo dice il New York Post) e chi invece dice di no (Variety). Ovviamente, mancano voci ufficiali che mettano fine alle ipotesi e per il momento dobbiamo considerare attendibile la sola presenza di Nicole Kidman (che comunque non è poco). Qualcuno faccia qualcosa per Baz Luhrmann, che ultimamente sembra essere perseguitato da una maledizione: prima il progetto di bio-pic su Alessandro Magno va a gambe all'aria (complice anche il film di Oliver Stone), poi l'aggiornamento di "Via Col Vento" incontra una difficoltà dietro l'altra. E dire che Luhrmann è uno dei migliori registi sulla piazza: urge una visita a Lourdes? Un esorcismo? Un amuleto scaccia sfortuna?



30 MAGGIO 2006


CROWE SOSTITUITO DA LEDGER

(daily telegraph)
Il premio Oscar Russell Crowe, è stato "scaricato" dal cast del film epico di Baz Lurhmann da 150 milioni di dollari. Il "Gladiatore" era stato scelto per interpretare l'amante di Nicole Kidman, alla fine dell'anno, nella pellicola ambientata durante il bombardamento giapponese di Darwin (Australia) nel 1942. Crowe è stato accusato di essere molto esigente sulla sceneggiatura e mentre procrastinava, i produttori dela pellicola, secondo quanto riferito, hanno detto a Lurhmann di trovare un altro attore. Il regista allora ha incontrato Ledger molte volte. Una fonte ha detto al New York Post:" Baz lo ha gradito e gli ha offerto il film. Allora Crowe è tornato da Lurhmann dicendo che avrebbe approvato la sceneggiatura e che avrebbe desiderato fare questo film, ma la risposta è stata che ormai era troppo tardi". Un portavoce di Luhrmann si è rifiutato di confermare o smentire queste dichiarazioni e ha detto:"Baz non rende pubblici i suoi commenti sul cast e ancora non ha preso una decisione finale sul film, su chi lo interpreterà e quando o dove sarà girato.



26 MAGGIO 2006


LA TRASFORMAZIONE DEI RABBITOHS

(souths.com)
L'inizio ufficiale dell'insediamento di Peter Holmes a Court e Russell Crowe avverrà il 7 giugno 2006 con la trasformazione del Football Club da public company garantita a public company condivisa approvata ora dalla ASIC. Un evento speciale per la consegna che è storica, dove i Rabbitohs inizieranno il processo di ricostruzione del Club nella lega del rugby. L'evento si svolgerà al Blue Hotel a Woolloomooloo la sera di giovedi 8 giugno 2006. "Vogliamo celebrare la rinascita riportando la gente al nostro football club, così come la nostra visione per il futuro dei Rabbitohs", ha detto Peter Holmes "Inoltre giovedi 13 luglio celebreremo le nostre star del futuro e il ruolo di questo club per lo sviluppo del settore giovanile. I Rabbitohs hanno un gruppo di giovani di talento, in particolare il nostro SG Ball under 18 che due settimane fa ha giocato la Grand Final e inoltre renderemo omaggio a questi giocatori dimostrando quanto siano importanti per noi".



22 MAGGIO 2006


LAURA DERN IN TENDERNESS

(comingsoon)
Il nuovo film di John Polson, il thriller TENDERNESS, ha finalmente una protagonista femminile da affiancare a Russell Crowe: si tratta di Laura Dern, già “musa” di David Lynch e protagonista di recente di film indipendenti come HAPPY ENDINGS e LONELY HEARTS. TENDERNESS, tratto da un romanzo di Robert Cormier, racconta la storia di un teenager violento, Eric, che incrocia la sua strada con quella di una 16enne scappata di casa che cade presto preda del suo fascino ribelle. Crowe sarà un agente di polizia che cerca di scoprire i complessi segreti del passato di Eric.





21 MAGGIO 2006


Russell con la Stanley Cup di hokey a New YorK (17/5/2006) - (getty image)


   

21 MAGGIO 2006


(wire image)
Foto  di Russell del 19/6/2006 al Rainforest Fund Benefit Concert al Carneige Hall a New York al quale hanno partecipato anche Sting e Lenny Kravitz.



21 MAGGIO 2006


RABBITOHS- Round 11

I Rabbitohs hanno perso per 26 a 28 la partita contro i Sydney Roosters all'Aussie Stadium di fronte a 13.221 fans.



20 MAGGIO 2006


(AP associated press)
Foto di Russell Crowe durante il "Raunforest Foundation Fund Benefit Concert" tenutosi venerdi 19 maggio al Carnegie Hall a New York. The Rainforest Fund, è stata gondata da Trudie Styler e suo marito e nella quale collabora anche Sting per i diritti degli indigeni e per far sentire la loro voce.


   

19 MAGGIO 2006


PLAYFUL PALOOKA

(nypost.com)
La tensione è salita a un concerto di Russell Crowe e la sua band (The Ordinary Fear Of God), la notte scorsa quando una fan ha iniziato a scattare foto. "Mi hai seccato!", ha detto Crowe e gli ha ordinato di consegnargli la fotocamera. Il pubblico del Society for Ethical Culture on Central Park West, ha temuto il temperamento caldo della star ripensando a quando ha lanciato un telefono all'impiegato del Mercer Hotel. Ma poi, Crowe gentilmente ha dato la fotocamera ad un altro fan, ha messo il braccio intorno alla fan offesa e si è fatto scattare delle foto insieme a lei. Inoltre, ha fatto il "good guy" al Sushi a Go-go a Lincoln Center dove ha cenato con sei amici e ha lasciato il 50% di mancia.



18 MAGGIO 2006


TENDERNESS

(movieweb)
Il film "Tenderness", del quale Russell Crowe sarà protagonista, arricchisce il suo cast con Jon Foster (Door in the Floor) e Sophie Traub (Daltry Calhoun). Le riprese inizieranno il 22 maggio.



17 MAGGIO 2006


(wire images)
Foto della partecipazione di Russell ai FilmInk Awards a Sydney il 3 maggio.



16 MAGGIO 2006


HAPPY BIRTHDAY DANIELLE!!!!!



16 MAGGIO 2006


CINEMA: IL GLADIATORE DIVENTERA' UN MUSICAL A LONDRA

(kataweb)
Un altro kolossal hollywoodiano sta per sbarcare, sotto forma di musical, nei teatri londinesi del West End: si tratta infatti de 'Il gladiatore', pluripremiato film di Ridley Scott, che ha imposto alla ribalta il talento di Russell Crowe. La storia del condottiero romano Massimo Decimo Meridio sara' portata sul palco da William Nicholson, autore della sceneggiatura originale, con musiche di Hans Zimmer, che ha firmato anche la versione cinematografica. Il ruolo di Crowe sara' assegnato a Brian Stokes Micthell. Grande aspettative per il risultato al botteghino: "E' una storia mozzafiato e con le canzoni giuste sara' uno show stupendo", ha detto uno dei produttori.



14 MAGGIO 2006


I South Sydney Rabbitohs hanno perso la partita contro i Penrith Panthers con il punteggio di 32 a 20 al CUA Stadium, di fronte a 10.911 spettatori.



6 MAGGIO 2006


(getty image)
Russell Crowe guarda i Rabbitohs in azione durante la partita contro i Melbourne Storm al Telstra Stadium a Sydney. Purtroppo i Rabbitohs hanno perso per 38 a 14.











5 MAGGIO 2006


L'AUSTRALIA DELL'AUSTRALIA

(internazionale.it)
L'Australia somiglia a RUSSELL CROWE: una sensibilità poetica con un carattere scontroso.
Immaginate una cittadina della campagna inglese trapiantata dopo una catastrofe nucleare in una California semitropicale. Gli edifici sono tutti a due piani e il duomo ha le dimensioni della chiesetta di un villaggio. La frenesia non si sa neanche cosa sia e sembra che il mondo reale sia lontano decine di migliaia di chilometri. Qui si ha l'impressione di vivere in uno zoo, in un paesaggio magnifico, selvaggio, lussureggiante e ricco di parchi. Gli autobus non sono bloccati nel traffico, le strade sono pulite e i pellicani volano sui viali "come giornali svolazzanti", per citare Tim Winton, il muscoloso scrittore locale. Perth, a sentire i suoi abitanti, è più vicina a Singapore che a Sydney (dal punto di vista geografico, ma anche da quello spirituale), e l'Australia Occidentale è lo stato più vasto del Continente vuoto. Si estende per un terzo del paese ed è popolato da meno di due milioni di persone. Nella regione chiamata Kimberleys, un numero di persone che occuperebbe un terzo degli spalti di uno stadio vive in un'area tre volte più grande dell'Inghilterra. E non appena si mette piede in questo luogo a testa in giù, si avverte il vuoto che si estende da qualunque lato ci si volti. Da Perth, ti spiegano, ci vuole meno tempo per raggiungere Johannesburg o Dubai che Tokyo. Ogni volta che attraverso questo paese mi sento così immerso in una natura intatta ed elementare, che ho l'impressione di essere circondato solo da stranezze e desolazione. Ma l'Australia Occidentale è l'Australia dell'Australia, l'angolo più strano e vuoto di tutto questo continente fuori dal mondo. Vicino a Broome, a nord, c'è una spiaggia lunga 120 chilometri in cui di rado si incontra un altro essere umano. Fino a poco tempo fa il McDonald's più vicino era a settecento chilometri di distanza. A Broome le merci arrivano da Perth, a sole 27 ore di macchina da qui. La posizione di questo luogo lo rende diverso da qualunque altro posto io abbia visto. Un buon terzo degli abitanti dell'Australia Occidentale è nato all'estero, e le voci coreane si mescolano al cockney londinese finché non si perde completamente il senso di est e ovest. Nel principale centro commerciale di Perth ci sono più ragazzini giapponesi di quanti ne girano per le strade di Osaka. Il McDonald's locale offre frappé al mango, e nel centro commerciale si può ordinare cibo arabo servito nei tipici vassoietti giapponesi. Lungo un sentiero del King's park, il grande parco lambito dai fiumi di Perth, ci sono mattoni commemorativi offerti dalla Comunità macedone dell'Australia Occidentale, dall'Ufficio bahai per l'avanzamento delle donne e dall'Associazione birmana dell'Australia Occidentale. Quello che l'Australia Occidentale offre è soprattutto un'Australia nella sua forma più cruda, pura e indomita. Prendete un aereo per Broome – a due ore e mezzo di volo da Perth e comunque nello stesso stato! – e sotto di voi vedrete centinaia, migliaia di chilometri di terra rossa che si getta senza preavviso nell'azzurro verde del mare. La cittadina un tempo famosa per la produzione delle perle è ancora piena di abitanti giapponesi, commercianti cinesi e soprattutto di aborigeni, a ricordare gli antenati che lo scorso secolo fecero di Broome il centro dell'80 per cento dell'industria perlifera mondiale. Questo non è primo mondo, e neanche terzo: tredicesimo, forse, una sorta di luogo da sogno in cui la gente arriva e poi scompare per sempre. Oppure dirigetevi verso New Norcia, novanta minuti di macchina a nord di Perth, per visitare una cittadina completamente gestita da quattordici monaci, che nel corso degli anni si sono trovati a controllare oltre un milione di acri di terra. Un sabato pomeriggio d'estate ho fatto una gita in zona e lungo la strada non ho incontrato neanche un'automobile. Un vigneto della Swan valley, sul mio percorso, consiste di un capanno con sopra qualche innaffiatoio automatico e due panchine da picnic su cui sedersi dopo aver colto qualche grappolo dalle viti. Per me la grande fortuna dell'Australia, la sua singolare promessa, è il suo senso dell'incompiuto, di work in progress, sempre con un piede nel futuro. È un'America senza preoccupazioni per il mondo, un continente con l'aspetto e l'accento di Russell Crowe, e cioè con una sensibilità poetica nascosta dalla spavalderia e da un carattere scontroso. Nell'elenco telefonico ci sono gli indirizzi di un "Lavaggio mobile per cani" e dell'"Unico impianto termale canino di Perth". In effetti, la sezione servizi per cani occupa più spazio di quella delle chiese. All'aeroporto di Broome c'è un cartello: "Vietato portare a bordo pesci e manghi", e intorno alle fermate della metropolitana e agli sfavillanti centri commerciali della capitale più soleggiata di tutta la soleggiata Australia, i "ragazzini selvaggi" corrono sfrenati, minacciando l'impeccabile ordine sociale. L'Australia Occidentale è il punto in cui la civiltà si scontra direttamente con la Natura, tanto che diventa impossibile dire chi prevarrà alla fine. (art. di Pico Iyer)



2 MAGGIO 2006


CROWE CANTERA' A CAPPELLA IN AUSTRALIA

(contactmusic)
Russell Crowe confida sulle sue qualità canore a tal punto che nè darà prova cantando a cappella allo State Theatre a Sydney domani 3 maggio. Il premio Oscar il mese scorso era furioso a causa della Sony che ha bocciato lui e la sua band ed ora è determinato a tirar fuori tutto il suo talento vocale cantando senza la sua band. Crowe parteciperà ai Filmink Awards. Dopo una performance da solista si riunirà alla sua band (T.O.F.O.G.) e continuerà la sua esibizione.





1 MAGGIO 2006


RUSSELL CROWE DICE DI SHARON STONE CHE SOMIGLIA A UN ORANGUTAN

(starpulse.com)
Russell Crowe è convinto che la sua precedente co-star Sharon Stone, si sia sottoposta a interventi di chirurgia estetica. Crowe, che ha recitato con lei nel film western "The quick and the dead" nel 1995, suggerisce all'attrice di cambiare il suo nome perchè assomiglia "ad un orangutan". Russell continua: "Sembra molto cambiata. A che punto credi bisogna cambiare anche il nome? Puoi finire con assomigliare ad uno scimpanzè spaventato. Gli occhi sono andati, le labbra sono come pneumatci di gomma o meglio finisci per sembrare un orangutan che è stato preso a calci nel c..o". La Stone ha sempre negato di essersi sottoposta a interventi estetici e ha citato il chirurgo Renato Calabria di Los Angeles nel 2004 dopo che , sembra avesse dichiarato ad un giornale americano che le aveva fatto un lifting facciale. Il caso si è accomodato l'anno scorso quando il dott. Calabria si è trovato d'accordo nel fornire un ambulatorio gratis ai bambini con anomalie facciali. Il suo avvocato, Kevin Leichter ha dichiarato: "Il dott. Calabria non ha mai praticato nessun intervento estetico su Sharon Stone".



1 MAGGIO 2006


Purtroppo anche ieri i South Sydney Rabbitohs hanno perso contro i Newcastle Knights con il punteggio di 24 a 18 al Telstra Stadium di fronte a 8649 tifosi.